La quinta stagione: recensione

Non è stato semplice alzarmi dalla sedia, trattarla come una pellicola qualunque e ignorare la sua disperazione. La Quinta stagione è profonda. Dura. Gelida. Come la natura che si ribella.
Ci sono un sacco di ragioni per evitare di guardarla. Più o meno convincenti. Ma Tutte insipide.
Intimo.
RECENSIONE

<<Preferisco essere un uomo paradossale che un uomo con pregiudizi>>.

MissK DiCinema

Nessun commento:

Posta un commento