Blade Runner: monologo Rutger Hauer

<<I’ve seen things you people wouldn’t believe.
Attack ships on fire off the shoulder of Orion.
I watched C-beams, glitter in the
dark near the Tannhauser Gate.
All those moments will be lost,
in time,
like tears in rain.
Time to die>>.



Quando Rutger Hauer parla i santi vanno all’inferno e il fuoco sgorga da ogni parte. Vita e morte si fondono, si temono, si incontrano nell'antro buio delle loro necessità. Il battito cardiaco rallenta mentre la beltà e la miseria della terra vanno a farsi benedire senza possibilità di scelta. Ultimi minuti di una resistenza. Magnifica e dolorosa. Invasa da un amore che nessun umano saprebbe custodire.  E poi noi. Carnefici, legali distruttori di ciò che un tempo abbiamo creato. Dei infernali tracotanti di vita, ma incapaci di comprenderne il valore.
A distanza di anni dal capolavoro di Ridley Scott, dopo aver visto questo pensiero deformato, deriso, distrutto, mi rifiuto di non pubblicarlo qui. Dove in fondo ogni cosa non dura più di due minuti, dove un post inizia e finisce con la stessa rapidità con cui un replicante salva la vita ad un uomo e subito dopo, si spegne.
Eterno.




"Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi,
navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione,
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo
come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire."


Scheda film

Titolo: Blade Runner
Regia: Ridley Scott
Cast: Harrison Ford, Rutger Hauer, Sean Young, Edward James Olmos, M. Emmet Walsh, Daryl Hannah, William Sanderson, Brion James
Genere: fantascienza
Durata: 117’
Nazione: USA
Uscita: 1982.

Tratto dal romanzo di Philip K. Dick, “Il cacciatore di androidi”.  Musiche di Vangelis.

MissK DiCinema

Nessun commento:

Posta un commento