Usagi Drop: recensione

Ho sempre un po’ il timore che certi film percorrano la via pedagogica. Che siano così noiosi da ottenebrare la riflessione e appaiano tanto ragionevoli da suscitare la più contrariata strafottenza. Invece Usagi Drop è la prova che la vita spesso si complica, ma che a volte arriva sullo schermo ricca di quei valori spiccioli e imponenti allo stesso tempo.
Il film è prima di tutto un manga creato da Yumi Unita. Racconta la storia di un ragazzo che diventa il tutore della figlia illegittima del nonno. Un incontro e una scelta che gli cambieranno la vita.
Con un taglio netto alla razionalità e all’egoismo si accorcia il passo per appaiarlo a quello di qualcun altro. I problemi diventano coraggio e la fiducia si conquista lontano da progetti a lungo termine e col fiatone nel petto. Una corsa a ostacoli di gioie e di sfide dove la bontà non diventa melassa.

C’è un po’ di scontato, talvolta poco impegno nella recitazione dei più grandi, ma nulla che blocchi la visione. Alcune sequenze un po’ caricaturali sono tipiche del fumetto, ogni tanto stonano, ma ci si può gustare un’immersione part-time nella cultura giapponese (vedesi il funerale, la concezione della medicina e alcune formalità tipicamente orientali).

Tre scene.
La prima colazione tra Daikichi e Rin: le laconiche chiacchiere tra sconosciuti (con relativa assenza di parole futili) sarebbero da adottare per legge!
La corsa verso l’asilo quando scoppiano a ridere: un girato troppo spontaneo per non immaginare che il regista abbia tenuto la versione arruffata di altri ciak più ordinati (per fortuna).
La conclusione: quel cellulare che si chiude è come un lucchetto che salda un legame sofferto e raggiunto. Contro tutti.
Sfizioso.

<<Anche per un po' crescere un bambino è un duro lavoro>>.
<< È ancora più duro per lei>>

Scheda film
Titolo: Usagi Drop (Eiga Usagi Doroppu)
Regia: Sabu (Hiroyuki Tanaka)
Cast: Ken'ichi Matsuyama, Mana Ashida, Mirei Kiritani, Mayu Kitaki, Ruiki Sato, Karina Nose, Go Ayano, Ryo Kimura, Atsuko Takahata
Genere: commedia
Durata: 114’
Nazione: Giappone
Uscita: 2011.

MissK DiCinema

Nessun commento:

Posta un commento