I sogni segreti di Walter Mitty di Ben Stiller: recensione


Dimentichiamo il demenziale Tropic Thunder, lasciamo da parte l’esordio “Giovane carino e disoccupato” e abbandoniamo l’idea che Ben Stiller sia solo capace di una comicità sfacciata e Rompiscatole. I sogni segreti di Walter Mitty porta la firma di un’eredità ironica e l’evoluzione di un regista che ha legato alla fantasia una toccante avventura on the road.

Continuo su myreviews.

MissK DiCinema

Nessun commento:

Posta un commento