Il matrimonio del mio migliore amico: stasera in tv

Lei ama lui che corre dietro l’altra. Di norma a metà strada del secondo tempo o in dieci minuti di resipiscenza conclusiva i fatti cambiano radicalmente e consegnano al cinema l’ennesima love story mezza flou e tutta già vista. Visione saggiamente deviata ne Il Matrimonio del mio migliore amico dove la catena romantica del banale si spezza e fa ancora più commuovere e ridere. Perché P. J. Hogan guardando altrove (leggi aspetto guerrafondaio dell’amore) ha cambiato le carte in tavola e ci ha aggiunto l’ironia di Rupert Everett. Lì dove tutto si gioca in termini culinari con un confronto tra Crème brûlée (Cameron Diaz) e gelatina (Julia Roberts) il risultato è una delle più riuscite commedie del 1997. Retrospettiva del sentimento e tante piccole verità, per chi insegue, chi lascia e chi, soprattutto, torna a ballare!  

Stasera su Mtv ore 21:10.

E ad un tratto una nota canzone... e tu ti alzi dalla sedia, con movenza leggera, sorpresa, cercando, fiutando il vento come una gazzella... Dio ha ascoltato la tua preghiera: "Cenerentola danzerà ancora?" Ed ecco, all'improvviso, la folla si apre e appare lui... bellissimo, elegante, raggiante nel suo carisma. Stranamente è al telefono, ma del resto, anche tu! Allora viene verso di te, con il passo agile di un felino e benché tu a ragione intuisca che è gay, come la maggior parte degli scapoli di sconvolgente bellezza della sua età, ti dici: "Ma che Diavolo, la vita continua. Forse non ci sarà matrimonio, forse non ci sarà sesso, ma perdinci, ci sarà almeno il ballo!

Scheda film


Titolo: Il matrimonio del mio migliore amico (My best friend's wedding)
Regia: Perché P. J. Hogan
Sceneggiatura: Ronald Bass
Cast: Julia Roberts, Dermot Mulroney, Cameron Diaz, Rupert Everett, Philip Bosco, M. Emmet Walsh, Rachel Griffiths, Carrie Preston, Susan Sullivan
Musiche: James Newton Howard
Genere: commedia
Durata: 105’
Produzione: Predawn Productions, TriStar Pictures,
Distribuzione: Columbia Tristar
Nazione: Usa
Uscita: 19 dicembre 1997.

MissK DiCinema

Nessun commento:

Posta un commento