Lovelace di Epstein & Friedman: recensione

Linda Lovelace dopo aver recitato nel film hard più celebre della storia (Gola profonda - 1972) diventò l’icona femminile della rivoluzione sessuale degli anni Settanta, pochi però conoscono i brutali retroscena della sua carriera. Prostituzione, violenze e coercizione per mano di un marito che vide nel corpo e nella pratica sessuale della moglie una proficua produzione di incassi (di cui l’attrice prese una millesima parte). Rob Epstein e Jeffrey Friedman, apprezzati registi di documentari e di biografie “difficili” (Urlo), raccontano la storia vera di come l’attrice arrivò alla cinematografia erotica.

<<Chi ha conosciuto la paura potrà capire la mia storia>>.

MissK DiCinema

Nessun commento:

Posta un commento