Transcendence di Wally Pfister: recensione

Il premio Oscar per la fotografia Wally Pfister (fedele collaboratore di Christopher Nolan) al suo esordio alla regia si intrufola in un filone cinematografico mai giunto al tramonto, indagando sulla dipendenza dalla tecnologia e sul sorpasso dei nostri limiti. Dentro la storia fantascientifica inserita nella Black List delle migliori sceneggiature non realizzate del 2012 impera il trio di ricercatori “trascendenti” Johnny Depp, Rebecca Hall e Paul Bettany. Studiosi in un futuro non troppo lontano di un imponente progetto tecnologico di intelligenza artificiale denominato P.I.N.N., ovvero Rete Neurale Fisicamente Indipendente...


<<Qualsiasi cosa sia come ogni intelligenza vuole progredire, superare i propri limiti e non si accontenterà mai>>.


MissK DiCinema

Nessun commento:

Posta un commento