Billy Elliot di Stephen Daldry: stasera in tv (recensione breve)

Jamie Bell prima di accompagnare Chris Evans nella rivolta di Snowpiercer e di incarnare il “punitore” di Charlotte Gainsbourg in Nymph()maniac - vol. II studiava danza, beccandosi l’appellativo di “Ballerina Boy” dai suoi compagni di scuola. Nessuno forse avrebbe mai immaginato che i timidi passi in punta di piedi di quel fanciullo di 6 anni l’avrebbero condotto al provino di Billy Elliot. Film del 2000 nel quale Stephen Daldry racconta la storia di un ragazzo che grazie all’amore per il ballo si riscatta da un’infanzia difficile. Non è una biografia, ma sembra attingere dalle pagine di formazione con cui l’allora quattordicenne Bell esordiva sul grande schermo. A lui come al protagonista manca la figura di un genitore, entrambi preferiscono la danza a sport più duri e vi si accostano allo stesso modo: di nascosto. Come un tesoro, una rivelazione da difendere e proteggere, “come elettricità” dirà Billy Elliot davanti alla commissione del Royal Ballett, perché questo è ciò che sente quando balla e questo è ciò che diventa quando libera la propria passione. Un corpo di energia che non riesce a star fermo, che ha bisogno di saltare, di roteare, di sfidare il padre a colpi di tip tap per dimostrargli che non è e non sarà mai altro.
Al suo primo lungometraggio Daldry sfonda una porta (di emozioni) aperta, ambientando la storia durante il tragico sciopero dei minatori inglesi del 1984 e schierando problematiche sociali insieme a pregiudizi. Rischiava di essere l’ennesimo mieloso e impersonale dramma, e invece si perdonano sia le piazzate poco realistiche dei balletti improvvisati, sia gli insegnamenti sentimentali. Funziona Billy Elliot, senza strafare, puntando su attori, musica, battute e ritmo.
Stasera su Iris ore 21:10.

Scheda film

Titolo: Billy Elliot
Regia: Stephen Daldry
Sceneggiatura: Lee Hall
Cast: Jamie Bell, Gary Lewis, Jamie Draven, Julie Walters, Jean Heywood, Jean Heywood, Janine Birkett, Stuart Wells, Mike Elliot
Musiche: Stephen Warbeck
Genere: drammatico
Durata: 110’
Produzione: Working Title Films, BBC Films in associazione con Arts Council of England
Distribuzione: Uip
Nazione: Gran Bretagna, Francia
Anno: 2000.

MissK DiCinema

Nessun commento:

Posta un commento