The Host di Bong Joon-ho: oggi in tv

Quando si dice sotto la superficie... un mondo! The Host (2006): "L'ospite/Il padrone di casa" in inglese, Gwoemul ovvero "Mostro" in coreano, è l'esempio di un cinema tranello. Ignorato perché considerato di categoria B, oppure sconosciuto perché privato della pubblicità di massa. Tuttavia l'horror drammatico di Bong Joon-ho che nelle sale non è mai arrivato ha suscitato numerosi commenti positivi da parte dei critici, nonché parecchi apprezzamenti di quel pubblico che segue il cinema "oltre marketing", affacciandosi, curioso, su novità in seconda fila. Il regista è lo stesso del recente Snowpiercer e la storia abbraccia politica e ambiente, popolazione e responsabilità in un disaster movie a base di formaldeide. La creazione del Mostro inizia infatti all'interno di un laboratorio chimico dove un assistente getta 200 boccette di composto organico nel lavandino. Anni dopo, sbuca sotto lo specchio d'acqua del fiume Han (a Seul) una creatura orrenda che semina terrore e cadaveri, portandosi con sé una ragazzina. 
Il panico ha il volto di una famiglia ordinaria (un po' fuori di testa) e senza potere, la legge invece pullula di comandamenti impietosi e ottusi, di abusi e di incuranze, inquadrate dall'onnipresente e impassibile televisione. C'è una mescolanza di generi in The Host che tocca il dramma e l'action, passando per una comicità farsesca che può persino infastidire. Sotto la superficie però c'è un mondo, bruciano verità scomode e denunce velate,  si segnala la tragicità dell'inquinamento globale, l'indifferenza alle nostre azioni e il ruolo dell'interesse politico e economico a scapito della società. Imperfetto ma audace e mordace, girato con un budget limitato di cui gli effetti speciali non risentono affatto, The Host è stato premiato al Festival internazionale del cinema fantastico di Bruxelles con il Corvo d'Oro a Bong Joon-ho. 
Oggi alle 22:50 su Rai Movie (canale 24).

MissK DiCinema

Nessun commento:

Posta un commento