The Iceman di Ariel Vromen: recensione

Ci troviamo di fronte ad un uomo che nella sua infanzia ha vissuto delle esperienze che lo hanno portato a fare cose che la gente normale non fa, dice il produttore Ehud Bleiberg parlando di Richie Kuklinski, il serial killer statunitense responsabile di oltre cento omicidi. È  in grado di uccidere senza battere ciglio, nessuna emozione, niente. questa è una delle parti della storia. L'altra parte della storia è la famiglia. Che cosa sa la famiglia? Un uomo torna a casa dopo aver ucciso qualcuno. Riesce difficile immaginare come abbia potuto vivere con la sua famiglia mentre faceva queste cose terribili. 
Soprannominato The Iceman, Ariel Vromen porta al cinema la storia vera Kuklinski, interpretato magneticamente da Michael Shannon e confezionando un gangster movie pacato, ma efficace.

MissK DiCinema

Nessun commento:

Posta un commento