Lo sciacallo: stasera in tv

Qualcuno in coda per entrare in sala una volta esclamò che non avrebbe mai guardato un film con quella brutta faccia sulla locandina. Era una signora con un sedicenne accanto e inutile dire quanto, al contrario, quella visione avrebbe giovato sia al suo frivolo atteggiamento sia all’uomo in crescita che aveva vicino. Perché Lo sciacallo oltre a essere un film girato coi controfiocchi coglie in pieno alcune crisi amorali del nostro tempo e ne sviscera l’alienante tragedia. Si tratta dell'evoluzione malata delle apparenze, di quelle "brutte facce" che ne seguono e delle psicologie sotterranee che vi trovano nutrimento. Condotte sfrenate e impure che scavano e distruggono, fiutano e vendono, trovando strada nell'immagine, nella speculazione e nella video propaganda. Lo sciacallo è la diffusione delle notizie sporche di sangue, del gusto macabro che vuole vedere il dramma da vicino e con cui si sente fortunato della propria vita (ancora al sicuro). Questo conferma il commento d’inizio e questo conferma la carriera del protagonista. Grandioso Gyllenhaal, che non si pone domande, che non ha etica... ha soltanto quello che il mondo vuole vedere: cura dell’apparenza come pane quotidiano.

Stasera alle 21:20 su Rai Movie.

MissK DiCinema

Nessun commento:

Posta un commento